Agenda Europea per l’Innovazione: a luglio la presentazione

L’European Innovation Agenda, attesa per i primi di luglio, si concentrerà su startup e competenze allo scopo di rafforzare gli ecosistemi innovativi, attraverso un miglior coordinamento delle iniziative e degli investimenti nazionali e dell’UE. Ecco le prime anticipazioni.

Premessa
Dopo una prima fase di consultazione chiusa all’inizio di maggio, la nuova agenda europea per l’innovazione verrà presentata dalla Commissione UE il 5 luglio, con il duplice obiettivo di sostenere la crescita delle startup ad alto contenuto tecnologico e di creare un ecosistema innovativo pan-europeo in cui le aziende possano sviluppare le proprie idee al di là dei confini nazionali.

In attesa della pubblicazione ufficiale dell’European Innovation Agenda, da Science Business arrivano le prime anticipazioni sulla bozza del documento, di cui si allega una prima bozza su alcuni temi strategici.

Startup, tecnologia e competenze: i pilastri dell’agenda europea per l’innovazione
Il problema in Europa non è l’assenza di startup, ma la difficoltà che queste ultime hanno a trovare investimenti per poter crescere. Con la nuova agenda europea per l’innovazione Bruxelles intende colmare questo gap, garantendo un miglior accesso delle startup europee a finanziamenti in equity.

Inoltre, nella cornice dell’European Innovation Council la Commissione UE ha recentemente lanciato due importanti iniziative:

Un altro pilastro dell’European Innovation Agenda sono le nuove tecnologie, il cui sviluppo verrà sostenuto attraverso strutture dove poter sperimentare soluzioni innovative nel campo dell’idrogeno, delle nanotecnologie e dei materiali avanzati.

Lo sviluppo tecnologico va di pari passo con la formazione e l’attrazione di nuovi talenti, su cui la Commissione UE punterà finanziando tirocini presso le aziende supportate dal Consiglio europeo per l’innovazione (EIC) e dall’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT), e migliorando l’iniziativa Women Tech rivolta alle donne che guidano aziende deep tech.

Per la creazione di un ecosistema innovativo pan-europeo, invece, si farà leva sui partenariati per l’innovazione regionale, da realizzare in 63 regioni, tra cui l’Emilia-Romagna. L’obiettivo di questi partenariati è favorire la condivisione di buone pratiche, insieme allo sviluppo congiunto di strumenti per mobilitare diverse fonti di finanziamento e iniziative politiche, in sinergia con i programmi regionali, nazionali ed europei per la trasformazione verde e digitale.

In questa direzione si muove l’iniziativa I3 — Interregional Innovation Investments, che sostiene — grazie alle risorse del FESR — progetti di innovazione interregionale. C’è tempo fino ad ottobre per presentare le proposte progettuali a valere sul primo bando.

Infine, per monitorare i progressi della politica UE per l’innovazione, la Commissione UE proporrà una serie di indicatori e definizioni con riferimento al mondo delle startup, da includere nell’EU Innovation Scoreboard.

Per maggiori approfondimenti:
-
La bozza dell’European Innovation Agenda
-
Il bando EIC Scale-Up 100
-
Il programma di supporto a startup e PMI innovative per attrarre gli investitori privati
- L’iniziativa Women TechEU
- La
COMUNICAZIONE Una nuova agenda europea per la ricerca e l’innovazione

LinkedIn

--

--

La più innovativa metodologia di marketing che permette di superare il concetto di “campagna”, per offrire esperienze di contatto uniche tra marche e persone.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Convergent Marketing®

La più innovativa metodologia di marketing che permette di superare il concetto di “campagna”, per offrire esperienze di contatto uniche tra marche e persone.